Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LUCARELLI, le frasi-boomerang che fanno arrabbiare Catania: "troppo pubblico, molta pressione"

Giovedì 26 Aprile 2018 | Matteo Bottazzo | News

CATANIA - "Troppa pressione, siamo stati fermati dalla pressione, davanti a tanto pubblico".

Che Cristiano Lucarelli sia uno che ha poca voglia di perdere, un vincente, lo sappiamo, a Lecce ce lo siamo goduto da bomber nella fase più bella della carriera dopo essersi "perso" al Valencia in Spagna.

Forse però questo suo atteggiamento da vincente a tutti i costi che quando perde non la manda giù gli ha fatto fare il passo più lungo della gamba, pungendo (a sproposito) il grandissimo atto d'amore della tifoseria del Catania, piuttosto che la pochezza tattica del suo primo tempo con il Trapani con zero tiri o in generale del suo campionato.

Non sono piaciute, ai piedi dell'Etna, le parole con cui Lucarelli si è per l'ennesima volta "giustificato" della mancata vittoria: e ora Catania tutta lo aspetta al varco in caso di mancato secondo posto o di esito drammatico ai play off.

Le frasi-boomerang di Lucarelli - "Ora c'è da tutelare il secondo posto, abbiamo preso un colpo duro ma dobbiamo ripartire. Troppa pressione addosso, abbiamo giocato una partita bloccata davanti a tanto pubblico. Evidentemente non è stata una cosa che ci ha aiutato. Non ci è riuscita la partita come l'avevamo preparata ma non dobbiamo perdere di vista l'obiettivo. Dobbiamo arrivare secondi per un play off più agevole".