Cronaca

IL CLIMA HA DETTO BASTA, la Terra si rivolta: tromba d'aria, distruzione e paura. 10 RAGAZZINI SALVATI DAL BAGNINO-EROE

Post-Ferragosto da dimenticare sulle affollate spiagge del Salento: ecco cosa è successo





MELENDUGNO - Danni, paura, bagnanti in fuga, scene da spiagge dell'Oceano Atlantico battute da improvvisi eventi meteorologici estremi.

L'impazzimento del clima, l'innalzamento della temperatura media della Terra sta sconvolgendo anche il nostro micro-ecosistema salentino. E così a farne le spese sono stati turisti, gestori dei lidi, negozianti e residenti della fascia adriatica della nostra costa, dove nel pomeriggio si è abbattuta una tromba d'aria dalla portata davvero importante.

Danni e paura dicevamo tra San Foca e Sant'Andrea di Melendugno sino alle marine di Otranto, Alimini e Frassanito.

Tanti bagnanti sorpresi in mare dalla tromba d'aria sono dovuti fuggire via in tutta fretta, diversi lidi sono stati investiti dal vento e si sono ritrovati con gli arredi danneggiati dalla furia del vento, mentre i Vigili del Fuoco hanno lavorato per ore per rimuovere numerosi alberi caduti su automobili e strade del territorio provinciale.

A Casalabate, marina di Trepuzzi, un giovane bagnino senza paura nel mezzo della tromba d'aria ha soccorso e portato in salvo dieci ragazzini, grazie anche al supporto della Capitaneria di Porto, contattata con urgenza. I giovani avevano affittato un pedalò, quando si sono ritrovati in mezzo alla burrasca. Se la sono cavata con un po' di spavento...



Commenti

"VOLA" in poche ore la prevendita verso Sassuolo-Lecce: un'altra partita in casa per i giallorossi? LE CIFRE
TRAGEDIA DI FERRAGOSTO: un tuffo in piscina e muore a 31 anni