Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Il mare restituisce il corpo di MATTEO: TRAGEDIA INFINITA, il 19enne è annegato

Martedì 30 Luglio 2019 | Marco Errico | Cronaca

PORTO CESAREO - La sua estate nel Salento per festeggiare la maturità con la famiglia, in un tratto di mare, ed è la beffa più grande, conosciuto per essere il più calmo e con il fondale più basso del litorale. Pochissimi, i giorni di bandiera rossa all'anno, ma in uno di questi domenica si è consumata una tragedia enorme.

E' stato ritrovato morto a 250 metri dalla costa, il giovane neodiplomato Matteo Ubaldi, il ragazzo 19enne di Spoleto risucchiato dalle correnti di scirocco tra Lido Le Dune e Tabù (FOTO SOPRA IL DRAMMATICO RITROVAMENTO, FOTO SOTTO LE CONDIZIONI DEL MARE IL GIORNO DELLA SCOMPARSA).

Le speranze di ritrovarlo in vita dopo una giornata intera di ricerche erano pressocchè nulle e nel tardo pomeriggio di ieri con il normalizzarsi del meteo il corpo del povero Matteo è stato restituito dal mare ai suoi familiari.