Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA CGIL CONTRO IL "MADE IN CHINA": "quella del Lecce scelta triste"

Venerdì 6 Luglio 2018 | La Redazione | News

LECCE - Con una nota a firma del Segretario Generale della FILCTEM CGIL Franco Giancane il sindacato punta il dito contro il Lecce, dopo il lancio del marchio "M908".

La nota della CGIL - "Con un certo orgoglio il Lecce ha lanciato il proprio marchio di abbigliamento sportivo. Un'iniziativa lodevole, se rispondesse ad una logica di vera valorizzazione del territorio. Evidentemente non è questo il caso. Abbiamo appreso con sorpresa come la produzione delle maglie sia in realtà rigorosamente in Cina. Una notizia che ci ha rattristato. L'Unione Sportiva Lecce è infatti la massima espressione dello sport salentino, uno dei simboli dell'identità territoriale. Il club avrebbe potuto scegliere una via diversa, orientata alla valorizzazione del territorio, delle sue maestranze, delle sue professionalità maturate in una lunga tradizione manifatturiera di qualità. Rivolgersi al mercato cinese risponde probabilmente ad una logica di contenimento dei costi. Vogliamo immaginare che una volta superato il periodo di avviamento, lo sviluppo del progetto preveda a breve termine il coinvolgimento delle aziende locali affinchè la produzione della maglia giallorossa torni nel Salento".

CLICCA QUI PER LA REPLICA, ABBASTANZA DURA, DEL LECCE.