Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

VUCINIC, ANCORA GUAI: il Riesame respinge la richiesta. 6 MILIONI restano sequestrati

Mercoledì 4 Dicembre 2019 | Marco Errico | News

LECCE - Ancora cattive notizie per Mirko Vucinic. Per l'ex attaccante di Lecce, Roma e Juventus resta il blocco dei beni su sei milioni di Euro, confermato dal Tribunale del Riesame, che non ha revocato il sequestro ai danni dell'ex bomber per un evasione fiscale stimata come detto intorno ai sei milioni di Euro.

I fatti si riferiscono a somme di denaro guadagnare durante l'esperienza negli Emirati Arabi, con la maglia dell'Al Jazira, cifre sconosciute, in parte, per il fisco italiano. Almeno secondo l'accusa. Per questo in seguito ad accertamenti da parte dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza l'attaccante montenegrino è finito nei guai.

I militari del Nucleo di Polizia Tribuaria ed Economica delle fiamme gialle hanno apposto i sigilli su beni mobili ed immobili riconducibili a Vucinic, per il valore di 5 milioni e 800 mila euro. 

Il sequestro è a firma del gip Sergio Tosi che ha accolto la richiesta avanzata dal pm Massimiliano Carducci, titolare dell’inchiesta penale che va avanti da oltre un anno e che ipotizza il reato di dichiarazione infedele, con il fine di evadere le tasse. Rigettata dal Riesame la richiesta dell’avvocato Antonio Savoia di revoca del sequestro preventivo per equivalente.