VUCINIC, CHE BOTTA! La Cassazione: "legittimo il sequestro di 6 MILIONI per evasione fiscale"

Giovedì 22 Ottobre 2020 | La Redazione | News

ROMA - "Botta" forte e imparabile sotto l'incrocio dei pali da parte dei giudici della Corte di Cassazione che hanno dichiarato inammissibile il ricorso presentato da Mirko Vucinic contro il sequestro di 6 milioni di Euro di beni e conti bancari messi sotto chiave dalla Guardia di Finanza per una presunta enorme evasione fiscale ai tempi in cui l'ex Lecce, Roma e Juventus aveva scelto di giocare negli Emirati Arabi Uniti (dal 2014 al ritiro nel 2017, con 29 presenze e 28 reti in Asia).

In quegli anni, secondo le Fiamme Gialle di Lecce prima e poi anche per i giudici ermellini della Cassazione, Vucinic di fatto guadagnava negli Emirati Arabi Uniti ma utilizzava il suo patrimonio a Lecce, dalla vita di tutti i giorni della sua famiglia, sempre rimasta nel capoluogo salentino, sino agli investimenti in immobili e attività produttive.

Il sequestro era già stato confermato dal Tribunale del Riesame di Lecce, tanto che Vucinic aveva deciso di ricorrere alla Corte di Cassazione.