Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO. SoloLecce.it ha contattato il Comune: divieto di bagni nella fontana, "SOSPENSIVA NEI FATTI"

Martedì 24 Aprile 2018 | La Redazione | News

LECCE - 15 maggio 2011, l'ultima volta.

E' passata una "generazione di calcio", di tifo, per chi non ha mai festeggiato un campionato vinto con il Lecce. Pensate ai 20enni, ai 19enni, ai ragazzi che sono il "motore" del tifo di oggi e del domani.

Era il dopo Bari-Lecce, quello di Jeda e dell'autorete di Masiello: la "banda" De Canio festeggiava con una giornata di anticipo la permanenza in Serie A trionfando nel derby e Lecce e il Salento si riversavano nelle piazze.

Piazza Mazzini (FOTO SOPRA), oltre alla caratteristica capacità di aggregazione storica di Piazza Sant'Oronzo e dell'Anfiteatro Romano, ha dalla sua la particolarità della "Fontana dei Trecentomila", il luogo dove negli anni sono state celebrate le vittorie dei campionati del Lecce, con il tradizionale bagno nella fontana dei tifosi più accesi.

Sono passati sette anni, dicevamo, sono cambiate tantissime leggi, dall'anti-terrorismo a quelle che tutelano i beni architettonici e monumentali. A Lecce è ancora in vigore, ovviamente, una Ordinanza Sindacale di pochi anni fa che vieta i bagni nelle fontane pubbliche e multa i "bagnanti" da 100 Euro in su.

A questo proposito abbiamo contattato i vertici dell'Amministrazione Comunale di Lecce, per capire quali fossero gli spazi per una "sospensiva" del provvedimento di divieto, anche solo per un giorno. Abbiamo avuto la certezza assoluta, parola di SoloLecce.it e di amministratori comunali, che domenica la Polizia Municipale si girerà dall'altra parte... Una "sospensiva nei fatti", in concreto, senza ovviamente ritirare il provvedimento di divieto: un po' di concessioni, finalmente.

Qualora dovesse accadere quel che tutti ci aspettiamo, dunque, una nuova generazione di tifosi, quei 19enni, quei 20enni di cui parlavamo potranno "bagnare" la loro prima volta...