Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'INTERVISTA: "Liverani-Nesta, che duello! Calcio sbarazzino e schemi, sarà un grande Perugia-Lecce"

Domenica 21 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | Ospiti

PERUGIA - Per entrare sempre di più nel mondo del "grifone" biancorosso abbiamo sentito al telefono il collega Antonello Ferroni, di calciogrifo.it, testata vicinissima alle sorti del Perugia e che come la nostra è praticamente monotematica, vive la squadra 24 ore su 24. Ecco la nostra intervista.

Momento - "Ancora il Perugia deve decidere se essere carne o pesce, nonostante siamo già ad una fase decisiva del campionato. Nelle ultime settimane sono arrivati risultati negativi, ma onestamente non è mai mancata la prestazione. Il vero problema è l'equilibrio di una squadra molto giovane, capace di tutto e del contrario di tutto. Si accompagna all'assenza di molte alternative davanti e alla scarsa affidabilità della difesa, un guaio che può rivelarsi enorme con un attacco come quello del Lecce".

Possibilità - "Han è in grande spolvero, l'ultima volta è stato protagonista di una grande gara con un gol e un assist, ma Nesta non lo vede ancora completamente pronto e formato dal punto di vista tattico, spesso si perde per il campo. Verre è imprescindibile, come Vido che è sembrato rigenerato a Pescara. Potrebbe esserci spazio per Melchiorri che ancora non è al top della forma. Di sicuro sarà una partita aperta, con il Lecce e il Perugia che non scenderanno in campo per pareggiarla".

Il Lecce visto da Perugia - "Nesta ripete che i giallorossi hanno fatto un mercato mirato, siete una realtà molto seguita dal nostro tecnico per il suo legame profondo con Liverani. I due hanno la stessa idea di calcio sbarazzino, divertente. Fa piacere l'assenza di Lucioni, ma questo Lecce resta una seria pretendente alla A".

Ambiente - "La piazza è sempre innamorata del suo Perugia, non scende mai sotto le 8mila presenze, non arriva il salto di qualità numerico semplicemente perchè l'andamento è altalenante. Lunedì il giorno di festa e la partita di cartello certamente aumenteranno i numeri".