I PROMOSSI DI CORINI: "vi dico chi mi ha sorpreso. E' un Lecce di personalità"

Mercoledì 28 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

TORINO - C'è grande rammarico in casa Lecce nelle parole del tecnico Eugenio Corini per il modo in cui è maturata la sconfitta ai Supplementari di Torino. Ecco le parole dell'allenatore bresciano.

Peccato - "E' davvero un peccato perdere così. Nei novanta minuti abbiamo tenuto testa ad una squadra solida di Serie A, nei Supplementari abbiamo cercato ancora di chiuderla, poi abbiamo commesso degli errori su azioni singole che hanno portato a due reti subite. Sull'azione del rigore ho solo visto la respinta di Lucioni in scivolata, ma non saprei dire con quale parte del corpo ha colpito il pallone. Sulla terza rete l'arbitro avrebbe dovuto fermare il gioco perchè la barriera del Torino si è mossa con grande anticipo".

Situazioni legate ai singoli - "La personalità di tanti dei nostri mi è piaciuta. Molto bene Stepinski, ha fatto un ottimo primo tempo, poi nell'intervallo ha accusato dei capogiri. Con il parere dei medici abbiamo deciso di sostituirlo, anche se adesso il ragazzo sta bene, si è ripreso. Ho avuto dei segnali positivi da Bjorkengren e da Maselli: il ragazzo ha delle qualità per diventare un ottimo calciatore, è sicuramente un vanto per questo settore giovanile. C'è dispiacere per l'eliminazione dalla Coppa Italia, ma adesso pensiamo al Pescara".