Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO SoloLecce.it. FIGC, PUGNO DI FERRO: vuole revocare il titolo al Palermo. Il calcio è finito

Giovedì 27 Giugno 2019 | | News

ROMA - L'intenzione della FIGC è chiara: per il Palermo sarà attivata la procedura più estrema, quella di radiazione, con la cancellazione del titolo sportivo e l'assegnazione al Sindaco Orlando del bando per cercare nuovi investitori in grado di ripartire dalla Serie D con una "new company" ripulita dai disastri finanziari dell'attuale conduzione societaria.

La situazione non è recuperabile, per le altissime cariche della FIGC il Palermo viene considerato in "metastasi", termine che trapela da autorevoli fonti federali in possesso di SoloLecce.it.

A far pesare l'ago della bilancia verso la soluzione più estrema il mancato pagamento degli stipendi di tutto l'ultimo trimestre, la goccia che ha fatto traboccare il vaso unita all'annunciato e mai realizzato risanamento delle casse societarie e all'assenza di ogni pur minima garanzia fideiussoria a tutela di eventuali creditori per iniziare una nuova stagione nel professionismo.

La linea estiva in Federazione è cambiata radicalmente: nessun caso Matera o Pro Piacenza nel prossimo campionato. Chi parte deve poter arrivare a fine stagione. E il Palermo non puà partire per nessun campionato professionistico.

Per la FIGC, mai tenera con il Palermo, la strada è dunque una sola, la più infamante per chi ha distrutto la passione dei tifosi rosanero: la radiazione dagli albi federali e la revoca del titolo sportivo. Calcisticamente, al di là delle vicende societarie, una drammatica e triste pietra tombale sul Palermo.