Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Parla PETRICCIONE, "motorino" Lecce: "caso Chiricò da risolvere. Io, ex Bari, a Lecce sto benissimo"

Giovedì 6 Settembre 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Alla ripresa degli allenamenti ha parlato lui, il "motorino" del centrocampo del Lecce, davvero inesauribile nella doppia sfida con Benevento e Saleritana. Parliamo di Jacopo Petriccione, che abbiamo intervistato per voi.

Accoglienza - "Sono stato accolto sin dal primo momento nel migliore dei modi. Ringrazio il mister per avermi sempre tenuto in considerazione anche quando durante le amichevoli non potevo entrare in campo, coinvolgendomi in tutti gli allenamenti della squadra e preparandomi. Ora sto iniziando ad ambientarmi in città, mi piace molto".

Rimpianti - "Benevento è stata una tappa strana del nostro avvio di campionato. A me brucia di più il pari di Benevento che quello con la Salernitana in cui è stata una svista arbitrale a toglierci i tre punti".

Concorrenza ed ex Bari - "La concorrenza è davvero tanta nel mio reparto. Abbiamo un gruppo forte, siamo molto motivati. Non mi piace mai parlare del passato, ma mi dispiace per tutto quello che è successo a Bari, dove tante famiglie, tanti dipendenti sono rimasti senza lavoro per il fallimento della mia ex squadra. E' stata una pagina nera anche e soprattutto per tutte queste conseguenze: dietro ai calciatori e allo spettacolo c'è tanta gente che lavora con umiltà".

Chiricò - "Noi dobbiamo pensare solo a giocare, a fare bene. Le cose che sono accadute non fanno piacere a nessuno: spero che si possa trovare una soluzione nel più breve tempo possibile".