Confermato SoloLecce.it! CORINI: "penso al cambio di modulo. Presi tre schiaffi, c'è voglia di riscatto"

Martedì 20 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Alla vigilia di Lecce-Cremonese ha parlato il tecnico giallorosso Eugenio Corini, che ha confermato qualche buona intuizione che vi abbiamo lanciato in settimana nei nostri approfondimenti. Tutta da leggere l'intervista all'allenatore bresciano!

Tachtsidis sì - "I convocati arriveranno dopo l'allenamento, ma posso dire che mancherà solo Mancosu che comunque è sulla strada del recupero e dovrebbe essere pronto per Cosenza. Anche Dubickas sta recuperando dopo un problema alla caviglia accusato ad Ascoli. Ci sarà Tachtsidis. Tutti gli abbiamo teso una mano, il ragazzo è una grande risorsa tecnica per noi, al momento gli manca il ritmo partita ma si è allenato sempre al massimo".

Abbondanza - "Stiamo recuperando tutti, questo mi permette di avere delle opzioni e di uscire dall'emergenza, anche se ci sono cinque o sei elementi che devono ancora dirsi in condizione atletica per essere utili novanta minuti. Sto ipotizzando il cambio di modulo".

Sistemi di gioco - "Già a Brescia, per chi è stato più attento, Falco ha fatto una fase dietro le punte, come trequartista. Potremo ripeterci".

Cremonese - "Hanno chiuso bene lo scorso anno, conoscono la categoria come la conosce il suo tecnico. Noi abbiamo motivazioni enormi, voglia di recuperare il terreno perduto, a Brescia non siamo stati incisivi quando serviva, nei momenti determinanti. Tornare a casa con tre reti sulle spalle mi ha permesso di lavorare meglio su alcune situazioni: tre schiaffi, tre sberle servono ad aiutare ad approfondire quel che non va".

Lecce alla Corini: da quando? - "Quando ritroveremo tutti gli elementi in condizioni atletiche ottimali ci potrà essere una squadra in grado di giocare un certo tipo di calcio. Già a Brescia abbiamo avuto il pallino del gioco, sbagliando sempre il penultimo passaggio. Voglio una squadra che giochi un calcio propositivo, non voglio prendere gol da due rimesse laterali, voglio una squadra più incisiva quando serve, sotto porta".

Pressing da dietro - "La squadra interpreta la difesa come chiedo io in settimana, abbiamo l'attitudine a pressare, non andiamo in sofferenza sugli attacchi organizzati. Dobbiamo eliminare gli errori nostri, le disattenzioni, essere lucidi, capire che anche sotto nel punteggio possiamo far girare la partita a nostro favore".

Adjapong - "E' un terzino, sa fare il tornante offensivo che nei momenti di difficoltà può giocare su più ruoli".

Mentalità - "A Brescia è mancata la maturità, la personalità. Avevamo molti ragazzi in campo, i rientri di Mancosu e Tachtsidis ci permetteranno di migliorarci: sono calciatori che anche nella lettura dei momenti della gara sanno prendere per mano gli altri".