INSAZIABILE STEPINSKI: "i gol potevano essere di più". L'intervista

Mercoledì 2 Dicembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Mariusz Stepinski è uno dei grandi protagonisti di questo momento magico del Lecce, con 5 reti realizzate, l'ultima delle quali è servita a sbloccare il risultato a Verona con il Chievo Verona (FOTO SOPRA L'ESULTANZA).

Oggi il giovane talento polacco di proprietà del Verona ma in prestito con diritto di riscatto a Lecce ha parlato in Sala Stampa. Ecco le sue parole.

Collettivo - "La strada è giusta, ma dobbiamo valutare le prestazioni di squadra, non le mie. Come reparto offensivo stiamo facendo molto bene, siamo contenti, ma non serve adagiarsi adesso. Ci sono tante partite davanti a noi, bisognerà dare il massimo. Personalmente potevo segnare qualche gol in più, almeno due reti me le sono mangiate... Però anche gli errori fanno crescere".

Esultanza - "Non voglio essere troppo ottimista, so quanto è lungo questo campionato e altrettanto pericoloso. Per un attaccante è importante fare gol, quando ero bambino le mie partite anche in cortile avevano senso solo se c'era un gol, era ed è emozionante. Speriamo di farne tanti. L'esultanza dopo i gol l'ho copiata da mio fratello Krzysztof che giocava nell'equivalente della Serie B polacca".

Attacco - "Con Coda e Mancosu mi sto trovando bene, ma non dimentichiamo che abbiamo Falco e Pettinari che in questo momento stanno giocando meno. Abbiamo un attacco molto importante".

Movimenti - "Giocando con due punte mi viene chiesto soprattutto di fare il movimento contrario del compagno in quel momento, occupando dunque tutti gli spazi. In questo campionato conta molto la mentalità vincente, così puoi allungare e fare la differenza. Se ci accontentiamo dopo sei risultati positivi di fila non andiamo da nessuna parte. Ogni squadra può fare male, adesso abbiamo il Venezia per esempio, una partita molto tosta".

Nazionale - "Quello resta sempre un obiettivo, rientrare in Nazionale, ma la strada è lunga. Adesso non ci penso, la concorrenza è molto importante a grandissimi livelli. Sto pensando soprattutto al Lecce, se qualcosa di buono dovesse venire arriverà di conseguenza".