Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ALLARME MALTEMPO. Partita in bilico, venti a 80 all'ora, piogge intense. L'INTERVISTA all'esperto

Sabato 23 Novembre 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Domenica alle 20.45 il calendario della A incrocia Lecce e Cagliari, ma i 22 in campo e i 20mila circa sugli spalti del "Via del Mare" dovranno fare i conti con una notte da lupi: il meteo, infatti, non promette nulla di buono per questa sfida a fortissimo rischio (FOTO SOPRA UN LECCE-CATANIA SOTTO AL DILUVIO, IN CURVA NORD, UN PAIO DI STAGIONI ADDIETRO).

Abbiamo intervistato l'esperto meteorologo Giuseppe De Vitis che ci ha offerto un quadro della situazione, estremamente in evoluzione.

Situazione attuale - "Molto in bilico. I modelli matematici danno delle certezze solo sul vento che sarà molto forte su tutta la penisola salentina. Qualche incertezza in più sulla effettiva portata delle piogge. Il Salento sarà una delle zone più colpite dalla prossima ondata di maltempo. I venti di scirocco porteranno sicuramente delle perturbazioni nel pomeriggio, sarà importante capirne l'entità, i prossimi aggiornamenti saranno determinanti".

Allerta - "Sicuramente c'è il rischio, concreto, che si possano ripetere episodi simili rispetto a quelli che hanno devastato le nostre coste nei giorni scorsi: sono previste raffiche di vento di scirocco tra i 70 e gli 80 chilometri orari. La partita si giocherà in condizioni limite, tutto dipenderà da cosa accadrà nelle ore immediatamente precedenti alla gara e dalla capacità di tenuta del terreno di gioco perchè per il resto inciderà moltissimo il vento, quello è certo. Sarà una notte da lupi, speriamo siano giallorossi".