Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

NIENTE DEROGHE ALLO STADIO, l'Akragas "incassa" il rifiuto. Akragas-Lecce resta a Siracusa

Lunedì 26 Febbraio 2018 | La Redazione | News

AGRIGENTO - Akragas-Lecce resta al "De Simone" di Siracusa, dove l'Akragas disputa le gare casalinghe oramai da mesi per l'indisponibilità dello stadio "Esseneto" a causa della sua inadeguatezza strutturale ad ospitare gare eventualmente in notturna, requisito necessario per la Lega di Serie C anche per le gare al pomeriggio, a pena di revoca della agibilità, come accaduto all'Akragas.

La società biancoceleste, che vive anche un problematico momento societario di passaggio di proprietà, ha comunque tentato in questi giorni la strada di una deroga con il progetto di installare delle torri-faro provvisorie che garantissero la eventuale illuminazione e dunque la messa a norma per sabato contro il Lecce (FOTO SOPRA E SOTTO DUE IMMAGINI D'ARCHIVIO DI AKRAGAS-LECCE DEL PASSATO, IN CUI SI NOTANO DEGLI SCORCI DELL'IMPIANTO).

La possibilità è però stata negata dalla Roma, proprietaria delle uniche torri-faro omologate dalla FIGC per le manifestazioni calcistiche: alla società giallorossa romana servono per il settore giovanile nel fine settimana, dunque non può nè "affittarle" nè "prestarle".

Akragas-Lecce, dunque, resta a Siracusa.

La formazione siciliana, intanto, ha ripreso la preparazione con tutti a disposizione del tecnico Di Napoli che ha scontato le due giornate di stop per squalifica e con il Lecce tornerà a guidare i suoi dal campo.