Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Qui Juve Stabia. CARICA BACCI: "parare a Lecce, in un grande stadio, è un sogno. Farò il massimo"

Venerdì 23 Febbraio 2018 | Matteo Bottazzo | Ospiti

CASTELLAMMARE DI STABIA - Restano pochissimi dubbi per mister Caserta in vista della sfida con la capolista Lecce.

I campani rimangono in apprensione per le condizioni fisiche della punta Simeri, uscito malconcio dall'ultima sconfitta casalinga con il Bisceglie. E' pronto Canotto in alternativa, con il cambio di modulo dal 4-4-2 al 4-2-3-1 con Canotto, Strefezza e l'ex Melara alle spalle di una sola punta, Paponi (già in gol all'andata sul neutro di Caserta). In porta andrà il giovanissimo Alessandro Bacci, 22enne alla prima presenza in campionato da professionista (ha parato solo in Coppa Italia di categoria), che andrà in campo al posto dello squalificato Branduani. E proprio il numero uno delle "vespe" di domenica al "Via del Mare" si è concesso ai taccuini dei giornalisti in queste ore in Sala Stampa. Ecco la nostra intervista.

Parla Bacci - "Se mi avessero chiesto la partita che avrei sognato di giocare avrei risposto questa, con un po' di fortuna il destino mi ha accontentato. Per un portiere difendere la porta in una gara come questa, contro un avversario di prestigio e in un impianto di grande importanza come quello di Lecce è un sogno, mi darà motivazioni al massimo. Ho sempre lavorato con intensità, fare il dodicesimo e non parare mai è dura, sono stato ripagato, ce la metterò tutta".