Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI, l'uomo dei derby: "tabù Foggia? Proviamo a vincere"

Venerdì 26 Ottobre 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Otto derby con la maglia della Lazio contro la Roma da protagonista, due con il Siena ai tempi della Fiorentina, altri due a Palermo contro il Catania, più quello in panchina vinto a Genova 3-0 clamorosamente contro la Sampdoria, prima dell'esonero sulla panchina del Genoa.

Fabio Liverani è uomo da derby e alla vigilia di Foggia-Lecce l'abbiamo sentito in questa lunga intervista.

Motivazioni - "Il Foggia è una squadra importante, sappiamo poi che sarà una partita diversa dalle altre, con una squadra che ha fatto un mercato di altissimo livello. In poco tempo hanno depennato la penalizzazione e sono pronti a fare un campionato dei livelli del loro organico".

Atteggiamento - "Non credo nel calcio moderno esista più un atteggiamento da casa e uno da trasferta. Sicuramente fuori casa facciamo bene, ma noi proviamo a giocarle tutte. Lo faremo anche a Foggia".

Problematiche - "Hanno Deli, Kragl che fa la differenza in questa categoria, Carraro che è uno degli under più forti del calcio italiano, Iemmello e tanti altri. Dobbiamo stare attenti, ma siamo molto arrabbiati, vogliamo riprenderci quello che domenica abbiamo perso, ma servirà una grande prestazione. E' da 56 anni che il Lecce non vince a Foggia, proveremo a sfatare questo tabù".

Crotone in vista - "Non ci sarà turn over domani, dopo la partita con il Foggia faremo un paio di variazioni con il Crotone. Dobbiamo capire la situazione di Falco, riportarlo a una serenità mentale e fisica. La testa è più importante del recupero clinico. Con lui e lo staff medico dobbiamo ragionare, ora sta bene, deve solo recuperare serenità. Speriamo sia pronto per il Crotone, altrimenti vedremo di portarlo con noi a Pescara".

Caos Serie B - "Pensavo fosse tutto finito, invece resto allibito. Da quel che leggo si va avanti sino al Consiglio di Stato e alla sua pronuncia, ma mi auguro che il nuovo Presidente Gravina prenda qualche decisione presto".