Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le nazionali "salvano" Lecce-Sampdoria. COLPO GROSSO LECCE: con l'emergenza coronavirus una sola gara a PORTE CHIUSE

Giovedì 5 Marzo 2020 | Cosimo Carulli | News

ROMA - Il calcio ha deciso di adeguarsi: porte chiuse sino al 3 aprile, come stabilito dal Governo Conte per ogni evento con assembramenti di persone tali da richiedere misure di sicurezza massime per contrastare l'emergenza coronavirus.

Tra domenica e lunedì i recuperi delle gare non disputate nell'ultimo fine settimana (apre Parma-SPAL domenica a ora di pranzo), alle 15 di domenica il campo centrale per le sorti del Lecce, ossia Milan-Genoa. Domenica sera alle 20.45 Juventus-Inter, lunedì si chiude con Sassuolo-Brescia.

In questo periodo di quarantena per lo sport il Lecce disputerà a porte chiuse e senza il sostegno del suo pubblico soltanto una gara casalinga, Lecce-Milan di domenica 15 marzo alle 12.30.

La delicatissima Lecce-Sampdoria inizialmente in calendario per il 22 marzo, infatti, dovrebbe scalare alla settimana successiva come tutto il calendario, ma al 29 marzo la Serie A è ferma per la sosta per gli impegni delle nazionali.

Lo scontro salvezza con i doriani, dunque, dovrebbe occupare lo slot del calendario del 5 aprile, due giorni dopo il termine delle misure restrittive imposte dal governo. Lecce-Sampdoria, dunque, va verso le porte aperte al calore degli oltre 20mila del "Via del Mare".