Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

GUERRIERO ARRIGONI: "basta, dipende da noi. Subito il riscatto"

Giovedì 29 Marzo 2018 | Marco Errico | News

LECCE - Tutto dipende dal Lecce, nonostante tutto.

Questo è il pensiero-guida di Andrea Arrigoni, che SoloLecce.it ha intervistato per voi prima dell'allenamento odierno. Ecco le sue parole.

Realtà - "Dopo una bella vittoria a Cosenza sono arrivati due risultati negativi. Siamo consapevoli di questo, ci siamo confrontati, abbiamo guardato in faccia la realtà. Sicuramente abbiamo raccolto poco, ma nell'arco di un campionato sono flessioni di risultati che si possono immaginare".

Delusione e pressione - "A Caserta non abbiamo fatto bene, creando due sole azioni offensive, ma non ha senso guardarci indietro. Bisogna pensare a cinque partite in cui non dobbiamo farci distrarre da niente, le dichiarazioni arrivate da Siracusa non ci devono riguardare, le chiacchiere che si dicono neanche, la pressione nemmeno. Dobbiamo pensare a noi. Nella mia carriera non mi era mai successo di arrivare così vicino a una promozione. Quando ero a Terni ho vissuto situazioni simili di pressione ma per la lotta salvezza. Sono fiducioso, abbiamo il destino in mano e questo è un vantaggio".

Siracusa - "All'andata siamo usciti tra gli applausi del pubblico siciliano, abbiamo fatto una delle partite più belle del campionato, siamo stati anche molto gradevoli da vedere. Quella di sabato sarà una partita molto più complicata, perchè siamo consapevoli delle difficoltà degli avversari e perchè dobbiamo fare la gara della vita. Sarà una finale, sembra la solita frase ma è così. Dobbiamo affrontarla insieme: società, staff tecnico, squadra e tifosi".