Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LUCIONI non sta nella pelle: "ripartiamo. Siamo un gruppo di uomini veri. La salvezza è per la gente"

Sabato 13 Giugno 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Anche con un eventuale cambio di modulo toccherà a lui guidare la difesa del Lecce.

Parliamo di Fabio Lucioni che con 25 presenze collezionate sin qui (ha saltato per squalifica la trasferta di Brescia) è il leader difensivo della squadra di Liverani.

Dopo aver affidato il suo ottimismo e la sua impazienza al profilo social ufficiale in queste ore l'ex Benevento ha rilasciato questa ricca intervista.

Compattezza - "Inizieremo a rivedere il calcio d'agosto dello scorso anno, mancherà brillantezza, come abbiamo visto nell'avvio del campionato tedesco dopo una pausa così lunga. Le prime partite saranno caratterizzate da squadre che si allungheranno, occorrerà rimanere compatti per evitare di concedere agli avversari quegli spazi che potrebbero crearsi".

Preparazione - "Abbiamo lavorato bene fisicamente, è stato un mini-ritiro, ora inizio anche a sentirmi meglio rispetto a quando abbiamo iniziato, ma a livello mentale è stato un sollievo ricominciare, c'era tanta voglia di ripartire. Questa partita con il Milan sarà delicatissima, dura e importante: partiamo subito contro un avversario difficile".

Nuove regole - "Il protocollo sanitario ha tanti vincoli, nuove norme comportamentali verso arbitro e avversari. Sarà fondamentale avere tutti un massimo grado di attenzione".

Uomini veri - "Questo gruppo sino all'ultimo secondo rincorrerà la salvezza. Questo è un gruppo vero, di uomini che sanno cosa vogliono. Affronteremo il Milan con tanta fame, voglia e determinazione. Non sarà facile, loro vengono da una gara ufficiale già fatta, mentre per noi sarà quella del ritorno in campo. Dobbiamo necessariamente alzare l'asticella nelle gare interne, perchè è stato raccolto meno di quel che abbiamo seminato".

Salvezza - "Dobbiamo metterci alle spalle tre squadre, raggiungere un traguardo storico per tutti noi e per i nostri tifosi. In questi due anni in cui ho vestito questa maglia hanno fatto tanto per sostenere la squadra, meritano questo risultato. Mi auguro anche di rivederli allo stadio prima del termine del campionato, compatibilmente con le decisioni che saranno prese a livello nazionale e dal Governo".