Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE, TRE PUNTI E BASTA: a Siracusa un "bacio" anche alla traversa. La cronaca

Sabato 3 Marzo 2018 | Marco Errico | News

SIRACUSA - L'inedita coppia Saraniti-Dubickas rialza il Lecce con due testate vincenti. Il classico gol dell'ex del capocannoniere del girone e il primo centro in campionato dell'ariete lituano piegano la resistenza dell'Akragas (FOTO SOPRA IL MOMENTO DEL GOL DEL VANTAGGIO DEL LECCE DI SARANITI).

La capolista riprende così la corsa dopo lo scivolone di domenica scorsa con la Juve Stabia in casa. Il massimo risultato, comunque, con il minimo sforzo, ma questa volta contava solo vincere (CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA AGGIORNATA).

Prudenza - Liverani riprova la carta Torromino trequartista, mentre in avanti tocca a Caturano far coppia con Saraniti. Per il resto è confermata la formazione scesa in campo con la Juve Stabia. Il primo squillo è dell'Akragas, con un destro di Carrotta di poco alto sulla traversa dopo due minuti, dopo che una posizione di fuorigioco aveva in precedenza già annullato una rete a Camarà, dopo appena un giro di lancette. Il Lecce in avvio sembra prudente, mette il naso in avanti solo dopo dieci minuti, con Saraniti che colpisce male da buona posizione e un minuto dopo con un destro di Armellino sul fondo.

Vantaggio - Il Lecce con il passare dei minuti prende in mano il pallino del gioco, ma i ritmi sono molto bassi. Al 26' i giallorossi passano con il "solito" Saraniti che di testa insacca nell'angolino alla sinistra di Vono un bel cross di Di Matteo con il destro (12° rete stagionale per il capocannoniere del campionato). Alla mezz'ora Lepore ci prova dalla distanza, poi è tutto controllo per il Lecce, senza affanni.

Rischio grave - Nella ripresa i giallorossi stentano a cambiare marcia, Liverani inserisce Tabanelli (molto bene), ma anche Dubickas, per Torromino e un impalpabile Caturano, davvero deludente. Il Lecce va vicinissimo al raddoppio con una doppia occasione in due minuti: prima Tabanelli si vede il tiro "murato" da Pisano in piena area, poi Cosenza sfiora il palo sugli sviluppi dell'angolo che ne deriva. Ci prova anche Armellino, ma la mira è imprecisa. Poi i giallorossi rischiano grosso: Pastore con un sinistro secco e preciso centra in pieno la traversa. Nel finale il raddoppio che chiude tutto di Dubickas, di testa bravo a farsi trovare pronto su un pallone vagante dopo una bella iniziativa di Tabanelli chiusa in angolo.

TABELLINO

AKRAGAS - LECCE 0-2

Marcatori: Saraniti al 26' p.t., Dubickas al 43' s.t.

Akragas (3-5-1-1): Vono; Mileto, Danese, Pisani; Scrugli (dal 10' s.t. Dammacco), Sanseverino, Navas (dal 23' s.t. Gjuci), Carrotta (dal 37' s.t. Saitta), Pastore; Zibert; Camarà. (Lo Monaco, Raucci, Amella, Ioio, Caternicchia, Canale, Bramati, Minacori). Allenatore Liverani.

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore (dal 39' s.t. Ciancio), Cosenza, Marino, Di Matteo (dal 25' s.t. Legittimo); Armellino, Arrigoni, Mancosu; Torromino (dal 12' s.t. Tabanelli); Saraniti (dal 39' s.t. Selasi), Caturano (dal 13' s.t. Dubickas). (Chironi, Costa Ferreira, Di Piazza, Valeri, Megelaitis, Tsonev, Persano). Allenatore Liverani.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido (Notarangelo-Assante).

Note: ammoniti Sanseverino, Navas, Saraniti, Zibert.