Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Vergogna SPORTUBE, "prende i soldi e scappa". Su SoloLecce.it METODI DI RIMBORSO e un'AZIONE LEGALE

Lunedì 19 Febbraio 2018 | La Redazione | News

ROMA - Nel primo anno la "sperimentazione" ci può stare, è comprensibile, bisogna allestire una squadra televisiva, una redazione, prendere familiarità con lo strumento e i suoi problemi, eccetera, eccetera. Il secondo anno qualche piccolo problema residuo ci può stare, ancora, viene introdotto lo strumento del pagamento delle partite, si cresce nell'offerta, eccetera, eccetera. Ma al terzo anno, a undici giornate dalla fine del campionato, solo il dilettantismo allo stato puro può lasciare tutta Italia senza un prodotto (pagato) da migliaia di utenti.

Ieri SporTube, il canale tematico della Serie C, ha raggiunto il suo apice nel disservizio agli utenti di tutta Italia: addirittura ha preso carta e penna ed ha avvisato tutti con un comunicato: "occhio, la visione delle partite non è garantita, abbiamo dei problemi tecnici", questo il senso della nota. Con lo stesso tempismo, come buona fede comanda, la titolare dei diritti televisivi della Serie C avrebbe dovuto fare un'altra cosina, piccola piccola: disabilitare la possibilità di acquistare partite invisibili, per non incamerarsi 3 Euro da migliaia di persone senza offrire niente in cambio. E invece no, le uniche sezioni del sito del canale tematico della Lega che filano lisce come l'olio sono quelle con i form per compilare i dati di una MasterCard o di una carta Visa. Insomma, a prendere i soldi sono olimpionici della velocità. "Prendi i soldi e scappa".

Ci stiamo sbagliando? Basta un gesto in buona fede, dicevamo: vediamo se SporTube riuscrà a farlo: restituire tutto sino all'ultimo Euro e annunciarlo pubblicamente.

Intanto SoloLecce.it vi fornisce la mail della piattaforma dove chiedere la restituzione immediata delle somme che hanno speso migliaia di tifosi (recesso@sportube.tv), raccomandandovi di accennare nel testo alla possibilità che in caso di mancato accoglimento del rimborso sarete disposti ad avanzare una citazione in giudizio al Tribunale Civile. Voi direte: per 3 Euro non è meglio lasciar perdere? No, ci penseremo noi a mettere insieme tutte le vostre richieste di risarcimento eventualmente non soddisfatte con un pool di tre legali che offriranno consulenza gratuita.

A tutto c'è un limite. A meno che, ripetiamo, SporTube non dimostri tutta la sua buona fede: rimborsi e eventi gratis per tutti quelli che ieri si sono sentiti raggirati. Sì, farsi pagare con la consapevolezza messa nero su bianco che non si riuscirà a offrire un servizio non è certamente un gesto nobile. SporTube "prende i soldi e scappa", come quel vecchio film di Woody Allen. Inconcepibile. Con chi pensano di avere a che fare?