Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

BRAGLIA, ECCO L'EX: "strade diverse, il Lecce vuole qualcosina in più... Dimostreremo chi siamo"

Venerdì 9 Novembre 2018 | Matteo Bottazzo | Ospiti

COSENZA - E' anche la sua partita, quella del "guerriero" Piero Braglia. Il pungente tecnico toscano non ha dimenticato il suo passato leccese. Ecco le sue parole alla vigilia di Cosenza-Lecce (FOTO SOPRA AL RITORNO AL "VIA DEL MARE" DA EX LO SCORSO ANNO).

Strategie diverse - "Le due squadre vengono dalla C ma hanno avuto strategie diverse in estate: forse chissà loro ambiscono a qualcosa in più, noi dobbiamo solo salvarci. Loro hanno stravolto il gruppo della C, noi abbiamo puntato sui ragazzi che ci hanno portato sin qui. Il responsabile della squadra e dei suoi risultati comunque sono solo io: se qualcosa va male ne pago direttamente le conseguenze".

Cali - "Arriviamo a un certo punto delle partite che ci abbassiamo troppo e paghiamo. A noi sono successe comunque tante disgrazie tutte insieme, subiamo molti infortuni o problematiche, ma credo fortemente che questi ragazzi si salveranno, lo dimostriamo con l'espressione del gioco che abbiamo".

Avversario e assenze - "Il Lecce è la squadra che gioca meglio fuori casa, anche a Pescara hanno fatto una bella gara, facendo uscire le loro qualità anche dopo una partenza complicata. Noi abbiamo recuperato Bruccini, D'Orazio e Mungo, che saranno tutti convocati. Non stiamo così male come sembra, vedrete...".

Dubbi - "Decido la mattina della partita, con il mio staff, ho sempre qualche dubbio. Ci mancano quattro punti, non siamo in una condizione veritiera di classifica, iniziamo a dimostrarlo da domani allora, credendo nella vittoria".