Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

STICCHI DAMIANI "SVEGLIA" TUTTI: "ora guardiamoci negli occhi. Non accetto scaricabarile"

Lunedì 7 Ottobre 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Giornata di riflessioni amare in casa Lecce: abbiamo sentito il Presidente giallorosso Saverio Sticchi Damiani, abbastanza netto nella sua chiave di lettura di questa sconfitta pesante maturata al "Gewiss Stadium" con l'Atalanta. Ecco le sue parole (FOTO SOPRA STICCHI DAMIANI, FOTO SOTTO IL GOL DEL VANTAGGIO DI ZAPATA).

La partita - "Ci sono sconfitte che ti lasciano qualcosa, da cui è possibile trarre positività o insegnamenti, magari che accetti. Questa no: questa volta non è andata così. Non possiamo riflettere oggi su errori dei singoli o sugli episodi: dobbiamo necessariamente guardarci tutti negli occhi in questi giorni. Tutti quanti".

Futuro - "Analizzeremo il momento: il campionato è lungo e la sosta propizia in questa fase. Ci sono da recuperare Farias, Lapadula, Babacar, Tabanelli, Shakhov, però dobbiamo essere pronti da subito, con Milan e Juventus. Anche se sono grandi vale lo stesso".

Colpe di tutti - "Non accetto la pratica dello scaricabarile. Dobbiamo fermarci a riflettere tutti, dai calciatori all'allenatore, alla società, tutti. Dobbiamo capire cosa non ha funzionato a Bergamo, analizzando il quadro con serenità. Troveremo la chiave giusta, come abbiamo fatto sempre negli anni davanti ai momenti difficili".

Ripresa tosta - "L'ho detto prima: siamo in A per giocare con le grandi. Cosa importa che ci tocchino Milan e Juventus? Dobbiamo avere la forza e l'atteggiamento per fare bene e punti sempre, il più possibile".